aprile 12, 2017

Edgetech Super Spacer® "ha trovato la quadratura del cerchio"

Integrazione continua nella produzione automatizzata di vetro isolante
Per la facciata della T-Mobile Arena di Las Vegas sono stati curvati a freddo sul posto e montati in telai di alluminio circa 2.790 metri quadri di vetro isolante. Il processo di curvatura a freddo abbinato alla produzione altamente automatizzata delle unità di vetrocamera ha garantito anche il successo economico finale del più grande progetto di questo genere mai realizzato negli Stati Uniti.
Produzione automatizzata ed economica di vetro isolante per la realizzazione su misura
JE Berkowitz, che si definisce il leader nella produzione di vetro per l'architettura in Nord America, ed Edgetech / Quanex hanno realizzato insieme già numerosi progetti; in Europa ad esempio il tetto di vetro ad arco di oltre 12.500 m2 che sovrasta lo storico mercato coperto Gostiny Dvor di Mosca. "Le curve organiche e le forme dinamiche, oltre alle grandi vetrate, sono caratteristiche permanenti dell'architettura", afferma Joachim Stoss, amministratore delegato di Edgetech Europe GmbH di Heinsberg. "In alcuni progetti la produzione su misura rappresenta la regola più che un'eccezione. Produttori come JE Berkowitz possono raggiungere la flessibilità e la redditività necessarie solo attraverso la più ampia automatizzazione della produzione. Alternare la produzione di vetro curvo a quella del vetro piano non rappresenta alcun problema con i distanziatori Super Spacer®. Naturalmente siamo molto orgogliosi che i nostri prodotti vengano impiegati nella produzione di vetro isolante da JE Berkowitz".
 
Una produzione moderna deve garantire il massimo livello di versatilità, ovvero deve consentire la combinazione del maggior numero di tipologie e di formati di vetro nonché di tutti i sigillanti e i distanziatori necessari, assicurando al contempo la semplicità d'suo. Rispetto ai distanziatori rigidi, quelli flessibili come Super Spacer®, forniti in bobine con dessiccanti già integrati, consentono di evitare fasi di processo, come il taglio o la piegatura e il riempimento con i sali. Nella produzione automatica di vetri isolanti, però, non riducono solo il costo unitario. L'applicazione molto precisa del bordo mediante robot garantisce sia la qualità che l'estetica. Durante la pressatura l'adesivo acrilico applicato lateralmente sullo Spacer mantiene uniti vetro e distanziatore. Sono garantiti tolleranze ridotte e il parallelismo dei vetri anche di grandi dimensioni. La ridotta altezza laterale fa sì che i distanziatori Super Spacer® non rimangano in vista e consentono la realizzazione anche di profili dal telaio sottile con una profondità di appoggio del vetro ridotta. Inoltre, la sigillatura primaria in poliisobutilene è applicata in modo non visibile, escludendo sostanzialmente la migrazione del butile dal bordo all’interno del vetro anche nel corso degli anni.
Un esempio modello di gioco di squadra
Anche nella T-Mobile Arena di Las Vegas, JE Berkowitz è intervenuta nell'individuazione della soluzione con la massima efficienza produttiva e creatività. "Diamante del deserto", è questo il nome scelto dagli esperti di stadi dello studio architettonico Populous di Kansas City per l'arena polifunzionale inaugurata ufficialmente nel 2016 con una capacità massima di 20.000 spettatori che complessivamente è costata 375 milioni di dollari. "Il progetto dinamico racconta la storia della città di Las Vegas e di tutte le sue influenze contraddittorie", si leggeva in un comunicato stampa di Populous. Dal lato ovest dell'arena si vedono il deserto del Mojave e le Spring Mountain, mentre il lato opposto è rivolto direttamente verso il Las Vegas Boulevard, il cuore pulsante della città sia di giorno che di notte. L'ampia facciata ellittica in vetro, circa 800 m2 è rivestita con un pannello di LED semitrasparente per la riproduzione di video, è completata dal notevole involucro realizzato con fogli metallici curvi, la cui struttura a mosaico rispecchia i colori e le rocce sedimentarie del deserto.
 
Come spesso accade, anche nel caso di questa facciata in vetro il percorso dalla progettazione fino alla possibilità tecnica ed economica di realizzazione è stato lungo. Decisivo per la riuscita del progetto è stato il lungo lavoro di squadra di tutti gli specialisti, dall'architetto, al costruttore della facciata Crown Corr, il fornitore del vetro Guardian, l'esperto in lavorazione del vetro J.E. Berkowitz (JEB), lo specialista di sigillanti Dow Corning e il fornitore del sistema di distanziatori Edgetech / Quanex.
I vetri isolanti sono curvati a freddo direttamente in cantiere
La forma di catino della facciata comporta numerosi raggi di curvatura del vetro e diverse misure. A differenza dei vetri piani, per i vetri curvi non sono noti i valori di resistenza alla pressione, alla trazione e alla curvatura. Poiché la curvatura del vetro influisce sulla rigidezza alla flessione e quindi sui carichi climatici sul vetro isolante, preliminarmente sono stati calcolati e testati i raggi di curvatura minimi, gli angoli di piegatura massimi e le tolleranze di montaggio necessarie. Si è trattato di un'impresa colossale, considerando i circa 2.500 pannelli di vetro isolante di forma trapezoidale che alla fine sono state curvate a freddo direttamente in cantiere. Rivestimento, struttura, dimensione e soprattutto spessore del vetro nonché elasticità del bordo sono stati i principali parametri del prodotto da sottoporre a ottimizzazione. La decisione di optare per il vetro curvato a freddo è dipesa quasi esclusivamente da motivazioni economiche. Il processo di curvatura a caldo richiede per ogni vetro uno stampo specifico, mentre a freddo il vetro viene curvato esclusivamente in modo meccanico e nel caso della T-Mobile Arena pressato in telai in alluminio anodizzati incolore.
 
"Il vetro freddo è sorprendentemente flessibile e molto elastico fino al raggiungimento del limite di rottura", spiega Christoph Rubel, esperto tecnico di Edgetech. "Quando è freddo il vetro non può essere deformato plasticamente. A differenza del vetro curvato termicamente che raffreddando acquisisce una forma, il vetro freddo non ha memoria di forma". Una semplice formula empirica descrive la relazione tra lo spessore del vetro e il raggio: se il vetro ha uno spessore di 6 millimetri, può essere curvato con un raggio di circa 1.500 volte, ovvero 9 metri, prima di rompersi.
 
Naturalmente le forze meccaniche necessarie per tenere le unità di vetro isolante curvate nel telaio si applicano in modo permanente anche sui bordi. Accanto al materiale di sigillatura corretto, il ruolo più importante in questo contesto spetta al distanziatore che deve sigillare in modo ermetico gli interstizi tra i vetri per decenni. "I distanziatori flessibili, a differenza da quelli rigidi, dopo la curvatura non formano pieghe o rigonfiamenti che potrebbero compromettere la tenuta", spiega Rubel. Oltre agli aspetti economici, la caratteristica funzionale è stata la motivazione principale dell'impiego del Super Spacer® nella facciata della T-Mobile Arena. Un ulteriore vantaggio è dato dalle eccellenti caratteristiche isolanti del sistema a bordo caldo del Super Spacer® che così contribuisce alle proprietà termiche dell'intero edificio realizzato secondo lo standard LEED Gold.
Edgetech Europe GmbH
I sistemi di distanziatori flessibili in silicone espanso Super Spacer® di Edgetech fungono da bordo caldo efficiente sotto il profilo energetico nelle finestre in vetro isolante. Essi riducono sensibilmente la perdita di calore verso l’esterno, praticamente impediscono la formazione di condensa e contribuiscono ad allungare la vita della finestra.
 
Edgetech Europe GmbH con sede a Heinsberg appartiene al 100% a Quanex Building Products Corporation, uno dei principali fornitori a livello mondiale di sistemi di porte e finestre efficienti sotto il profilo energetico, distanziatori flessibili per vetri isolanti, guarnizioni per moduli solari, pavimenti in legno, profili per soffitti e griglie per porte e finestre con sede a Houston, Texas. Su base fatturato, Edgetech / Quanex è il principale produttore di distanziatori del mondo. Edgetech Europe GmbH serve i mercati dell’Europa continentale ed è una delle tre sedi di produzione di Edgetech con 450 collaboratori e 16 estrusori. Per più informazioni sui sistemi di distanziatori Super Spacer® e sulla tecnologia dei profili a bordo caldo di Edgetech, consultare: www.superspacer.com.  
 EDG_T_Mobile_Arena_01.jpg
 
 EDG_T_Mobile_Arena_01.jpg
 
 EDG_T_Mobile_Arena_01.jpg
 
 EDG_T_Mobile_Arena_01.jpg
 
 EDG_T_Mobile_Arena_01.jpg
 
Per la T-Mobile Arena di Las Vegas sono stati curvati a freddo sul posto e montati oltre 2.700 metri quadri di vetro isolante.
Le foto sono in RVB.
Contatti
Agenzia stampa
Interview International
Ingrid Hecht
15, rue Martin Luther
67000 Strasbourg, Francia
Tel.: +33 (0)3 88 15 55 88
E-mail: info@interview-international.fr
Edgetech Europe GmbH
Johannes von Wenserski
Procuratore
Gladbacher Strasse 23
52525 Heinsberg, Germania
Tel.: +49 (0)2452 96491-0
E-mail: info@edgetech-europe.com
www.superspacer.com